Riciclo

Natura, ambiente, risparmio energetico, prodotti, guide e video

Come si fa senza Inceneritore? (Video)

Posted at 30 gennaio 2012 | By : | Categories : Riciclo | 0 Comment

Chi di voi ci segue sa che nella nostra Mission c’è la divulgazione delle informazioni, vitali per la comprensione delle cose.

Tutte le attività commerciali sino ad oggi sono sempre state rette e portate avanti dall’impulso sfrenato delle vendite, in proiezione della famosa “crescita”, ed a tal proposito vi suggeriamo la visione di questo video per darvi un’idea di come la pensiamo rispetto alla “crescita”.

Ora però ritorniamo subito ai concetti che vorremmo si diffondessero ogni giorno di più nel nostro paese e per questo vi invitiamo a condividere il nostro articolo ed il nostro sito, con i vostri amici.

Quando si parla di smaltimento rifiuti la prima cosa che ci propongono i nostri Politici è il magico Inceneritore, un luogo fantastico dove tutti i problemi svaniscono. Naturalmente non è così perchè gli Inceneritori provocano disastri ambientali permanenti, sono cancerogeni e funzionali alle discariche che verranno poi alimentate con le polveri tossiche prodotte appunto dall’incenerimento.

Che una classe politica sia interessata alla costruzione degli Inceneritori per interessi economici questo è ovvio ed è risaputo, però possiamo tutti sperare che cambiando la classe politica il problema venga risolto, ma non possiamo sperare di far comprendere tutto ad un tratto ai cittadini (imboccati da decenni) da Tv e Media che l’unica soluzione allo smaltimento dei rifiuti sia l’Incenerimento, occorre una nuova cultura, occorre una nuova economia ed un nuovo modo di pensare.

Riccardo Iacona giornalista Rai, è andato a San Francisco (California) a toccare con mano, come questa città di quasi 1Milione di abitanti porta avanti il programma Zero Waste (rifiuti zero) e come smaltiscono i loro rifiuti senza incenerirli.

Eccovi il video che vi invitiamo a visionare

Come avete potuto ben vedere a San Francisco han sostituito interamente l’usa e getta tradizionale con l’usa e getta compostabile e quindi biocompatibile. E qui entriamo nel mondo delle Bioplastiche e delle Biotecnologie davvero interessante con tantissime soluzioni già disponibili per tutti noi utenti ed aziende.

I rifiuti organici vengono raccolti e riciclati tutti, ottenendo dell’ottimo compost che andrà a concimare i terreni coltivati fuori dalla Città.

Ancora, tappeti, divani, ed altri prodotti divengono una nuova materia prima che rivendono.

L’alluminio è riciclabile senza problemi ed è veramente molto redditizio farlo, e poi c’è la plastica, le tradizionali bottiglie che contengono acqua ed altre bevande fatte con il PET anch’esso riciclabile, si trasforma in nuova materia prima, come ad esempio le nostre borse e zaini, Ecogear, Chicobag e Instinctive

Chicobag 100% riciclate

Chicobag 100% riciclate

Zaini e borse in rePET

Zaini e borse in rePET

 

 

 

 

 

 

 

Per avere un idea di come si ricicla il PET vi segnaliamo questo video molto interessante e semplice da comprendere

Una delle aziende che ha brevettato un materiale prodotto con le plastiche delle bottiglie post consumo è la Unifi che attraverso il marchio Repreve fornisce la materia prima per tantissimi prodotti in altrettanti settori (industria, militare, forniture, medico, etc)

In questo video è riprodotto il processo industriale della Polartec che fa capi d’abbigliamento sempre ottenuto dalle Bottiglie Riciclate

Quindi come avete potuto ben vedere dal riciclo si ottiene davvero di tutto, come borse, abbigliamento ed anche prodotti per l’industria automobilistica. Non sono forse buoni motivi per perseguire questa strada?

Con i nostri prodotti dimostriamo non soltanto che il riciclo della materia è cosa sensata ma anche che la qualità dei prodotti è elevatissima ed anche il loro design è davvero notevole, per cui ci sono solo buoni motivi per scegliere questo tipo di prodotti, facendo senz’altro bene all’ambiente ed in più si incentiva un settore che a breve sarà la nuova industria buona non solo del nostro paese.

Ma tutto è riciclabile e quante volte lo è?

Non tutto è completamente riciclabile ed alcune materie possono esserlo per non più di una volta, anche in questo caso è ancora possibile proseguire con una via alternativa all’incenerimento ed alla discarica, quindi introduciamo il processo dell’Estrusione

Da questo processo industriale si riesce a recuperare tutta la parte residua che non è stata possibile recuperare, ed è possibile realizzare manufatti destinati all’arredo urbano in cemento come pavimentazioni, cordonate oppure manufatti in plastica come panchine, tavoli, recinzioni etc.

Ricordandovi che prima del riciclo c’è la riduzione, speriamo che questo articolo sia un contributo valido alla diffusione della conoscenza.

Pensa e Vivi sostenibile 🙂

Segui Greenshopvideo su Facebook | Youtube | Twitter

Lampada ad Energia Solare da esterno 4 LED con sensore di movimento

Da oggi disponibile nel nostro Store

 

Questa lampada è il modo più semplice ed …

Invito alla prova dell’Energia Solare

Per comprendere al meglio il funzionamento ed i vantaggio di un’energia pulita come quella che ci …

ReVita il caricabatterie rivoluzionario ed ecologico da oggi disponibile

 
Acquista il tuo ReVita su Greenshopvideo.com
ReVita è un caricabatterie in …

Da oggi disponibile il caricabatterie ad energia solare all black da 3000mah

Siamo sempre più spesso in movimento, da casa …

 

Inserisci un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Facebook

Google Plus

YouTube